Rino Gaetano, un cantautore immortale

Accadeva proprio quarant’anni fa, 2 Giugno 1981 a Roma in via Nomentana, Rino Gaetano, un paladino del Sud Italia che ha raccontato degli sfruttati, andando dritto per la sua strada e mettendosi anche contro la politica.
Un incidente stradale trasmette sempre tristezza, e quel giorno tutta Italia si univa in un unico lutto, dando un addio a una voce che ha fatto cantare, e continuerà a farlo.


Nasce a Crotone il 29 Ottobre del 1950, e ci risiede fin quando, all’età di dieci anni, si trasferisce con i suoi genitori a Roma.
Aspirante geometra, decide di alleviare i suoi studi dedicandosi con interesse al teatro e alla musica, dove con la sua prima chitarra inizierà a comporre i suoi primi brani ispirandosi ad artisti come Bob Dylan, Bob Marley, ma prima di tutti ci sarà Enzo Jannacci, che descriverà come “autore e personaggio di spettacolo davvero grande”. Il suo modo particolare di scrivere molto ironico però, porterà a delle perplessità da parte degli ascoltatori, incertezze che però non avevano per nulla colpito i discografici, che iniziarono a suscitare interesse verso di lui.

Dopo svariate esperienze di teatro per ragazzi, debutta nella discografia nel 1973 per la “It” con un 45 giri dove interpreta una canzone intitolata “I love you Marianna”. Pubblicherà nel ’74 il suo primo album “Ingresso libero”, che tratta di un significativo impegno politico e sociale. Il titolo “Ingresso libero” è un riferimento alla libertà di pensiero che caratterizza indubbiamente il cantautore.

Copertina di “Ingresso Libero”

L’album non fu un grande successo, ma attirò l’attenzione di alcuni pesci grossi come Nicola Di Bari, che decide di portare un suo brano a “Canzonissima” dando un po’ di visibilità al nome e alla musica di Gaetano.
Non demordendo, nel ’75 ritorna in studio e completamente di getto scrive “Ma il cielo è sempre più blu”, pubblicandolo nella primavera dell’anno stesso. Brano che sicuramente anche tu ricorderai per il ritornello fortemente orecchiabile, pieno di parole semplici e immediate che rendono la canzone molto leggera, anche se è più giusto definirla umoristica e ridicolizzante verso vizi e convenzioni della società.

Dopo il successo di “Ma il cielo è sempre più blu” pubblicherà un disco “Mio fratello è figlio unico” per poi, dal ’76 al ’78 dedicarsi a una serie di pezzi con lo scopo di far divertire e allo stesso tempo riflettere su temi delicati e complessi, difficilmente riscontrati nella musica. Si tratta di Aida (1977) e Nuntereggaepiù (1978), dischi dove, specialmente nel primo, parla dei problemi che affliggevano l’Italia di allora: in particolare modo di corruzioni e crisi politica, emarginazione sociale ecc. Aida quindi è una personificazione di un’Italia divisa, bella ma rovinata da una classe politica inadeguata

Rino Gaetano a Sanremo nel 1978

L’apice di Rino Gaetano è stato a Sanremo nel ’78 con la canzone “Gianna”, dove ha sfoderato tutta la sua carica rivoluzionaria presentandosi sul palco con una tuba nera e un frac sul cui bavero sono appuntate delle medagliette, un papillon bianco su una t-shirt. Pur non convincendo la propria casa discografica recentemente cambiata, arrivò terzo e fece grandi record di vendite.
Dopo questa esperienza pubblicherà solo un ultimo album “Resta vile maschio dove vai”, nel ’79, per poi lasciarci nel pieno picco della sua carriera.



Sullo stile e sul pensiero di Rino Gaetano c’è veramente tanto da dire, è stato indubbiamente un personaggio importantissimo per la scena musicale Italiana, e sentirne parlare ancora oggi dalle nuove generazioni, ascoltarlo in radio, fa pensare a quanto il suo lavoro sia immortale. Ci ha insegnato tanto, e mi auguro che continui a farlo tramite il ricordo.

Qui sotto alcuni successi:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...