Amazon Original: Clarkson’s Farm

L’11 Giugno è uscito il primo programma firmato esclusivamente da Jeremy Clarkson per Amazon, Clarkson’s Farm. Per chi non lo conoscesse Jeremy Clarkson è un presentatore britannico famoso per aver riportato in auge, insieme ai suoi storici compagni, Top Gear, il programma automobilistico inglese per eccellenza, trasformandolo nel programma televisivo più seguito al mondo. Dal 2016 lavora per Amazon, confezionando lo show automobilistico di Amazon, The Grand Tour e, nel 2021, Clarkson’s Farm. Inoltre è da qualche anno il presentatore della versione inglese di “Chi vuol essere milionario ?“.

Ma cos’è Clarkson’s Farm ?

Clarkson’s Farm è un documentario sull’agricoltura che vede come protagonista Jeremy Clarkson e Lisa Hogan, sua compagna, alle prese con una fattoria di 1,000 acri situata in Chipping Norton nell’Oxfordshire, comprata dal presentatore nel 2008 e rinominata Diddly Squat Farm.

La fattoria è stata gestita da un uomo del posto fino a quando non è andato in pensione. Questo evento ha fatto scattare in Clarkson la voglia di prendersi cura dei propri terreni, e se conoscete il personaggio, saprete sicuramente che non ha assolutamente le capacità necessarie per curare una fattoria, come la tecnica, la pazienza e la praticità. Infatti Jeremy sarà aiutato, oltre dalla sua compagna, da alcune persone del luogo come Charlie un agronomo; Gerald un muratore praticamente incomprensibile; Ellen, un pastore rispettoso; e Kaleb, un ragazzo di campagna di 21 anni che ha sempre vissuto nella zona e che è stato per qualche anno l’aiutante del precedente bracciante.

Durante questi otto episodi (che raccontano un intero anno di lavoro) assistiamo ad alcune delle funzioni tipiche di una fattoria o di un’azienda agraria come l’acquisto di nuove attrezzature, la coltivazione, l’allevamento (in questo caso di pecore e galline), la creazione di uno spaccio, il raccolto e la vendita del prodotto, naturalmente non mancano le scelte sbagliate, i vari errori, i vari disagi ambientali, insomma non mancano i vari imprevisti.

Come scritto più avanti, il programma tratta anche di alcune tematiche calde per gli agricoltori inglesi e di tutte le problematiche legate alle funzioni citate sopra, insomma, a differenza di quanto possa sembrare la serie è divertente da vedere, anche se, con una durata media di 50 minuti ad episodio, può risultare difficile da seguire “tutta d’un pezzo”, anche se il programma ha alcune caratteristiche dei precedenti lavori di Clarkson, infatti è leggero da guardare e grazie al suo linguaggio semplice, ma non superficiale nel trattare il tema più nello specifico, rende chiaro molti tecnicismi anche al meno addetto.

Passando alle conclusioni finali,

L’aspetto più interessante della serie, oltre naturalmente all’argomento trattato, è il racconto della realtà che vivono i contadini normali “senza una troupe di Amazon a seguirli“, con dei disagi ambientali dovuti alle intemperie o dai periodi di siccità, dai disagi della pandemia e, nel caso dei contadini inglesi, degli enormi disagi economici dovuti alla Brexit.

Devo ammettere che non mi aspettavo molto da questo programma, però mi son dovuto ricredere, il programma è brillante e strappa qualche risata. Magari, se devo dare un consiglio, direi che per apprezzare di più il programma è sicuramente meglio seguirlo in lingua originale perché nel doppiaggio Italiano alcune scene perdono molto di qualità.

Classificazione: 3.5 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...